lunedì 24 Gennaio 2022
Home > Bclnews > Un transistor al Museo

Un transistor al Museo

In occasione del sessantesimo anniversario LSI dona una replica del primo transistor prodotto al Computer History Museum. LSI Corporation ha fatto dono di una copia del primo transistor al Computer History Museum a Mountain View, California, per celebrare il sessantesimo anniversario dell’invenzione del transistor. Inventato dagli scienziati dei laboratori Bell John Bardeen, Walter Brattain e William Shockley 60 anni fa, il transistor è l’elemento base degli attuali circuiti integrati, il cervello dietro ogni cosa: dal computer al cellulare, dai missili teleguidati ai peacemaker cardiaci. Il transistor è stato prodotto industrialmente per la prima volta all’ex stabilimento della Western Electric (poi divenuta Agere Systems) sull’Union Boulevard di Allentown, Pennsylvania, nel 1951. Agere si è fusa con LSI Logic il 2 aprile 2007 per formare la LSI Corporation. “Si dice spesso che i risultati di oggi sono possibili perché sediamo sulle spalle dei giganti della generazione che ci ha preceduto – ha detto Abhi Talwalkar, presidente e amministratore delegato di LSI -. Questa massima è particolarmente vera oggi, mentre celebriamo l’invenzione del transistor, che è senza dubbio la più importante invenzione del ventesimo secolo. Per fortuna, lo spirito innovativo che ha creato il transistor oggi brilla più luminoso che mai.” John Toole, amministratore delegato del Computer History Museum, ha dichiarato: “Il Computer History Museum è felice di aggiungere questa replica del primo transistor alla propria collezione nel sessantesimo anniversario della sua invenzione. Il computer non si sarebbe mai evoluto in ciò che conosciamo oggi senza questo elemento costitutivo fondamentale della microelettronica moderna.” Il transistor, che ha sostituito il tubo a vuoto, può essere usato sia per amplificare i segnali elettrici che per accenderli e spegnerli. Le dimensioni ridotte, l’affidabilità superiore, i consumi minori e i costi più contenuti del transistor hanno rivoluzionato sia l’aspetto che l’economia dei dispositivi elettronici. Da quando è stato inventato, le dimensioni del transistor hanno continuato a rimpicciolirsi al punto che oggi nello spazio di una carta di credito si possono disporre comodamente oltre sei miliardi di transistor – circa uno per ogni essere umano al mondo. Sono disponibili le foto storiche della commercializzazione del transistor e il podcast di un’intervista con Lance E. Metz, storico del National Canal Museum di Easton, Pennsylvania, che mantiene gli archivi aziendali dell’Agere Systems, e Douglas Peters, un membro in pensione dello staff tecnico dell’impianto di Allentown. (Datamanager)