lunedì 29 Novembre 2021
Breaking News
Home > Bclnews > Che fine ha fatto il materiale delle postazioni RAI in onda media dismesse?

Che fine ha fatto il materiale delle postazioni RAI in onda media dismesse?

Sono già diversi i soggetti assegnatari di una frequenza in onda media ad aver chiesto un preventivo a Raiway per utilizzare le loro postazioni spente ma ancore esistenti ed attrezzate. Oggi più che mai c’è quindi la possibilità per il nostro operatore di Stato di poter monetizzare le tanto obsolete onde medie, anche con quel poco che è rimasto, dato che sembra che la maggior parte delle postazioni spente siano state smantellate. E, a tal proposito, la domanda è sempre più lecita: che fine ha fatto il materiale delle postazioni RAI in onda media dismesse?  In molti casi si trattava di trasmettitori nuovissimi, comprati da poco, per non parlare di tutta la parte di elaborazione del segnale, processori, telecontrolli, ponti. Tutte costosissime attrezzature che oggi potrebbero tornare utili e vivere una seconda vita produttiva. Per non parlare delle più antiche, che hanno fatto la storia della radiofonia del nostro paese, la patria di Marconi. Esistevano documentazioni preziose, manuali, schemi, i meravigliosi log di stazione e i registri di manutenzione. Abbiamo provato a chiederlo agli uffici competenti della RAI, speriamo di aver utilizzato il canale giusto, e ci auguriamo che ci arrivi presto una risposta. Se invece fosse stato rottamato e quindi praticamente buttato, come purtroppo spesso avviene anche in altri settori, rimarrà per noi appassionati l’amarezza per la perdita di tutto ciò, che in fondo in qualche modo ci apparteneva, per storia, per passione, e per il fatto che in fondo si trattava in buona parte dei soldi di tutti noi cittadini italiani.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.