sabato 23 Ottobre 2021
Breaking News
Home > Tech > A cuore aperto: Johnson Messenger 2-23 (1976)

A cuore aperto: Johnson Messenger 2-23 (1976)

Per il nostro appuntamento a cuore aperto, ho pensato di mostrare un apparecchio che si potrebbe definire storico per la storia delle comunicazioni a breve raggio. Si tratta di un ricetrasmettitore per la banda 27 Mhz, il famoso quanto raro JOHNSON 2 – 23, un apparecchio 23 canali, interamente valvolare e non importato in Italia.


LOGO JOHNSON

S-METER E MISURATORE DI POTENZA RELATIVA 

Funzionante a 110 Volts, questo apparecchio denota da subito una buona costruzione, solida e ben eseguita; la presenza del suo microfono originale, di sicura costruzione TURNER, dà a tutto il complesso un aspetto professionale e rigoroso. Impiegante 10 valvole, 11 diodi e 6 transistor, ha la media frequenza a 455 Khz ed il ricevitore è a singola conversione, come tutti gli apparecchi di questo tipo.


SELETTORE CANALI – CANALE 9 EVIDENZIATO IN ROSSO PER EMERGENZA
LO SPAZIO TRA IL CANALE 22 ED IL 23, TIPICO DI ALLORA

SQUELCH ED INTERRUTTORE


VOLUME

INGRESSO MICROFONICO

MODELLO 2 23
POSTERIORE
VALVOLE IMPIEGATE E LORO POSIZIONE 


OMOLOGAZIONE DELLA FEDERAL COMMUNICATIONS COMMITTEE

La presenza di 6 transistor, apparsi in questa versione, è dovuta all’utilizzo di un sintetizzatore di frequenza per ottenere i 23 canali utilizzando soltanto 14 quarzi. L’estensione è quella classica; da 26.965 a 27.255, con il canale 9 ancora cerchiato in rosso come canale di emergenza e la classica spaziatura tra il canale 22 ed il 23. L’aspetto molto essenziale lascia spazio ai soli controlli di volume e squelch, alla griglia dell’altoparlante ed allo strumento S meter che, come sempre, dà indicazione del segnale in ingresso e della potenza relativa in uscita.

RACCOMANDAZIONE INDISPENSABILE…

FABBRICATO ANCORA IN U.S.A.


USCITA RF

RETE E FUSIBILE
P.T.T.

MICROFONO DA TAVOLO ORIGINALE

MICROFONO 2 

L’emissione avviene in 6A3, ampiezza modulata ed il trasmettitore eroga tutti i suoi 4 watt dichiarati dalla Casa, grazie alla volenterosa quanto robusta valvola finale 7061, pilotata da una 8077. L’ingresso microfonico è ad alta impedenza. Il modulatore, che utilizza la stessa finale di bassa frequenza audio, una 12AB5, e funziona in classe AB1, fornisce una modulazione di alto livello ed è dotato sia di filtro audio (400/2500 Hz), che di clipper per evitare la sovramodulazione dello stadio stesso.


CAPSULA MIC E LOGO

TELAIO LATO VALVOLE

BOBINA E COMPENSATORI STADIO FINALE R.F.

RADDRIZZATRICE BIPLACCA


FINALE R.F. E PILOTA

CONVERSIONE E MEDIA FREQUENZA

In ogni caso, garantisce una profondità di modulazione non inferiore al 30% e non superiore all’80%. La presenza di un sintetizzatore di frequenza solleva il costruttore dall’utilizzare quarzi tagliati sulla fondamentale e di usarne per quanti siano i canali di emissione, aumenta la stabilità ed abbatte i costi dei cristalli stessi. Il microfono originale impiega la classica capsula ceramica che, anche dopo più di 50 anni, fà ancora il suo lavoro in modo perfetto.

STADIO BASSA FREQUENZA – AUDIO E MODULAZIONE

QUARZI E SINTETIZZATORE


CRISTALLI ORIGINALI

S-METER – CONNESSIONI –

TARATURE STADIO FINALE R.F.


SINTETIZZATORE FREQUENZA

Sul retro troviamo la presa di antenna, il fusibile e la linea di alimentazione ed a questo proposito, anche se il costruttore asserisce che l’apparecchio possa funzionare tanto a 50 quanto a 60 Hz, alimentandolo a 115 Volts 50 Hz, si nota un minimo di ronzio residuo in altoparlante che scompare elevando la frequenza di rete a 60 Hz.

TRASFORMATORE DI ALIMENTAZIONE

VALVOLE JOHNSON BY SYLVANIA

FINALE RF – BOBINE E COMPENSATORE

LATO COMPONENTI


USCITA R.F.

COMPENSATORE E BOBINE IN CERAMICA – in un apparato per la 27 non è poco.

Il telaio è ben realizzato ed il montaggio curato e razionale, dal lato componenti si nota qualche riparazione e sostituzione componenti ma in sostanza, quasi tutto è originale ed è da notare il largo uso di ceramica per le bobine ed i compensatori. L’apparecchio appartiene all’amico Andrea IK5CI di Firenze, che me lo ha affidato per una riparazione, revisione e controlli. Alla prova, l’apparecchio si è dimostrato più che valido, facendosi ascoltare a circa 12 Km di distanza con buon segnale e modulazione di buon livello.


RELAIS DI COMMUTAZIONE RX TX

ZOCCOLO RADDRIZZATRICE

MODULATORE E STADIO BF AUDIO

ALIMENTATORE


MODIFICA ANTIDERIVA TERMICA

SQUELCH ED INTERRUTTORE

Parlare di un apparato per gli 11 metri potrebbe sembrare riduttivo o meno importante rispetto ad altri ma bisogna sempre tenere presente il fatto che questi apparecchi siano niente altro che dei piccoli ricetrasmettitori HF monobanda, canalizzati ma pur sempre apparecchi per le onde corte che hanno dato modo di comunicare anche a chi non ha patente o a chi non poteva prenderla ma si sono distinti anche in occasione di eventi catastrofici come terremoti e calamità naturali, dando modo di poter sapere notizie ancor prima dell’arrivo dei soccorsi. Di qui la mia idea di mostrarne almeno un paio.

Paolo Pierelli

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.